Scienza Under 18

Che cosa è Scienza Under 18 ?logo Scienza Under 18

  • “Nel panorama italiano Scienza Under 18 può essere considerato il primo spazio strutturato di diffusione della Scienza prodotta dagli studenti delle scuole”
  • “SU18 si pone l’obiettivo di mettere in mostra la scienza degli studenti. Per tre giorni, in genere metà maggio, gli studenti di ogni età, dalle materne alle superiori, presentano ad altri studenti i progetti sulla Scienza che hanno preparato durante l’anno”. Gli studenti diventano Protagonisti e questo agisce sulla loro motivazione.
  • E’ il risultato di un’ esperienza di didattica laboratoriale

    Perché Scienza Under 18 ?

    Perché dà la possibilità agli alunni di:

  • vivere la materia in modo “meno scolastico” e quindi più coinvolgente
  • trovare il modo di esprimersi nel modo più adeguato alla loro personalità e ai loro interessi infatti le modalità di partecipazione sono diverse:

                  * Exhibit

                  * Simposio

                  * teatro scientifico

                  * fotografia scientifica

                  * sfida alla scienza

  • capire l’ utilità di lavorare in gruppo
  • confrontarsi con gli altri superando timori e vergogna iniziale     e soprattutto...
  • acquistare stima di se stessi

L’IPSIA di Monza a S.U.18

Dalla prima edizione l’ IPSIA di Monza partecipa come espositore, ma poi cresce e… dal 2006 si occupa anche della documentazione video della manifestazione. Gli alunni dell’ indirizzo audiovisivo, si occupano di riprese e montaggio come compito di realtà.

                                                                       Referente del progetto  prof.ssa Ghirardi Daniela

 

La... gravità... della situazione

Quante volte quest'anno abbiamo visto fotografie, filmati e interviste con la nostra prima astronauta nella Stazione Spaziale Internazionale Samantha Cristoforetti? E ogni volta l'abbiamo vista fluttuare nell'abitacolo così come fluttuava il microfono che non doveva essere tenuto in mano. Quale occasione migliore per affrontare un argomento affascinante e correggere un errore comune e non solo tra i ragazzi: la stazione spaziale (e quindi gli astronauti all'interno) è fuori dal campo gravitazionale terrestre!
Costruendo un modello di ascensore, utilizzando una comune bottiglietta d'acqua forata e ancora costruendo un dispositivo formato da una tavoletta di legno che ne sostiene altre due collegate da un elastico, abbiamo analizzato diversi riferimenti in "caduta libera" (ascensore di Einstein), scoprendo che in questi sistemi la forza di gravità si cancella e quindi le cose e le persone sono senza peso. Ma questo è quello che succede nell'ISS che è in costante caduta libera verso la terra!
Quest'anno niente cartelloni esplicativi, gli alunni, veri nativi digitali, hanno sfruttato le loro competenze esprimendosi attraverso un lavoro multimediale corredato di animazioni. Inoltre, per confermare quanto dimostrato con la caduta dell'ascensore, si è fatto uso di uno smartphone sfruttando il sensore di accelerazione verticale presente nel dispositivo e l'applicazione Accelogger. Lasciando cadere lo smartphone e analizzando i grafici relativi alla caduta è evidente che l'accelerazione di gravità, prima uguale a circa 10m/s^2, durante la caduta si posiziona sullo 0.

Allegati:
Scarica questo file (scienza_20under_2018.pdf)scienza_20under_2018.pdf[articolo pubblicato su ]716 kB