Ipsia Monza

SPORTELLO PSICOLOGICO

PER STUDENTI, GENITORI E DOCENTI

 

Difficoltà o problemi

scolastici,

individuali,

relazionali-famigliari?

 

Lo Sportello Psicologico è

un’occasione di ascolto,

accoglienza, riflessione,

sostegno, informazione e

orientamento

Lo Sportello Psicologico è attivo dalle 9 alle 12


il 20 ottobre, 3 e 17 novembre, 1 e 15 dicembre,


12 e 26 gennaio, 9 e 23 febbraio, 9 e 23 marzo,


6 e 13 aprile, 4, 11 e 18 maggio
.

Per chiedere un appuntamento con
la Psicologa
dott.ssa Nadia Andreotti 
scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Lotta alla dispersione scolastica

 sintesi del

 PROGETTO DI RETE“AVANTI TUTTI” -FAMI

Scuola Capofila I.I.S. “ E. Ferrari”

Aderiscono alla rete: Cooperativa Carrobiolo 2000, Università Cattolica del Sacro Cuore,  Cooperativa EXIT, Cooperativa Monza 2000, I.S.I.S. Mapelli (MB)

 

A chi è rivolto?

A tutti gli studenti stranieri e utenza senza cittadinanza del territorio.

Quali sono i tempi di attuazione?

Biennale

Quali sono gli obiettivi?

Esso mira a combattere l’abbandono scolastico, promuovere l’integrazione scolastica e sociale, sviluppare il senso di appartenenza, rimotivare allo studio, integrare le famiglie e coinvolgerle al progetto di vita dei propri figli.

Quali azioni prevede?

 Il progetto prevede:

  • Azioni rivolte agli alunni stranieri:

 

  1. 1.Peer education: per poter avviare tali azioni occorrerà analizzare i bisogni degli stranieri attraverso diversi strumenti: osservazione d’aula del grande gruppo e del piccolo gruppo, questionari, focus group. L’attività di mappatura sarà svolta dall’Università Cattolica, e comunque sarà inviata alle scuole la proposta per la lettura dei bisogni, al fine di pianificare interventi ad hoc. L’attività dei Peer educator sarà rivolta alla formazione di studenti delle classi 3°/4°. Essi supporteranno gli alunni stranieri di tutte le classi nelle difficoltà incontrate nello studio e nella frequenza a scuola. Per gli studenti Peer educator tale attività contribuisce all’attribuzione del credito e può rientrare nell’Alternanza Scuola- Lavoro, in quanto consente al singolo di acquisire competenze:
  • di relazione tra pari;
  • di gestione del gruppo;
  • di supporto o rinforzo nel lavoro di gruppo;
  • di problem solving.

 

La formazione del gruppo degli studenti Peer E. avverrà in orario extrascolastico e interesserà coloro che hanno aderito spontaneamente. Conclusa la formazione, gli studenti interverranno nelle classi affiancando gli studenti stranieri che evidenziano criticità

Il loro intervento mira:

  • a favorire il passaggio di conoscenze;
  • sviluppare il pensiero critico;
  • la consapevolezza di sé;
  • utilizzare le proprie competenze.

L’attività oltre ad un momento iniziale di mappatura del bisogno, prevede anche la verifica dei risultati ottenuti, un report delle azioni e la somministrazione di un questionario di gradimento.

 

  1. 2.L’attività della didattica alternativa, realizzata dalla Cooperativa Carrobiolo 2000, prevede la realizzazione di laboratori didattici propedeutici all’integrazione prima nel gruppo classe, poi nella scuola degli studenti stranieri e mirano anche a valorizzare l’attività di gruppo, l’apprendimento cooperativo, la rimotivazione allo studio.

Essa avrà attuazione in orario scolastico e avverrà fuori della classe in piccoli gruppi. E’ previsto anche il laboratorio teatrale che si ritiene possa facilitare le relazioni tra pari, agevolare la conoscenza delle proprie emozioni e consentendo la loro gestione rispetto ad eventuali insuccessi, sviluppare la creatività e stimolare all’uso di altre forme di comunicazione.

  • Azioni rivolte ai Genitori degli alunni stranieri e all’utenza straniera sul territorio:
    • Corso di lingua in italiano con possibilità di spazio assistito per prole;
    • Mediazione culturale con figura professionale del facilitatore;
    • Supporto nell’inserimento di alunni stranieri neo arrivati;
    • Connessione con il territorio.

QUALI SONO LE FASI DEL PROGETTO?

Esse sono:

  1. Analisi
  2. Definizione della modalità dell’azione
  3. Attuazione
  4. Verifica

Che cosa è Scienza Under 18 ?logo Scienza Under 18

  • “Nel panorama italiano Scienza Under 18 può essere considerato il primo spazio strutturato di diffusione della Scienza prodotta dagli studenti delle scuole”
  • “SU18 si pone l’obiettivo di mettere in mostra la scienza degli studenti. Per tre giorni, in genere metà maggio, gli studenti di ogni età, dalle materne alle superiori, presentano ad altri studenti i progetti sulla Scienza che hanno preparato durante l’anno”. Gli studenti diventano Protagonisti e questo agisce sulla loro motivazione.
  • E’ il risultato di un’ esperienza di didattica laboratoriale

    Perché Scienza Under 18 ?

    Perché dà la possibilità agli alunni di:

  • vivere la materia in modo “meno scolastico” e quindi più coinvolgente
  • trovare il modo di esprimersi nel modo più adeguato alla loro personalità e ai loro interessi infatti le modalità di partecipazione sono diverse:

                  * Exhibit

                  * Simposio

                  * teatro scientifico

                  * fotografia scientifica

                  * sfida alla scienza

  • capire l’ utilità di lavorare in gruppo
  • confrontarsi con gli altri superando timori e vergogna iniziale     e soprattutto...
  • acquistare stima di se stessi

L’IPSIA di Monza a S.U.18

Dalla prima edizione l’ IPSIA di Monza partecipa come espositore, ma poi cresce e… dal 2006 si occupa anche della documentazione video della manifestazione. Gli alunni dell’ indirizzo audiovisivo, si occupano di riprese e montaggio come compito di realtà.

                                                                       Referente del progetto  prof.ssa Ghirardi Daniela

 

PREMESSA

Logo T-TepDa oltre vent’anni il nostro Istituto collabora la Toyota Motor Italia per l’attuazione di un percorso didattico relativo alla manutenzione dei veicoli. La formazione dei docenti e degli studenti, in ambito tecnico-professionale, viene attuata seguendo i protocolli e le procedure di manutenzione dei veicoli concordati con Toyota Motor Italia. Questa grande azienda automobilistica ha sempre prestato attenzione alla sicurezza ambientale e al risparmio energetico eseguendo attività che hanno sempre tenuto conto delle persone, i tecnici, e degli ambienti in cui queste venivano svolte.

OBIETTIVO DEL PROGETTO

Progettazione e realizzazione di un sistema hardware e software per la rilevazione di dati ambientali relativi a parametri significativi per la sicurezza in un ambiente laboratoriale scolastico.

Iscrizioni online Logo AICA Logo Miur  logo invalsi Dipartimento Cinematografico Ipsia Monza